domenica 8 maggio 2016

HUNGER GAMES "LA RAGAZZA DI FUOCO" secondo libro della trilogia di Suzanne Collins RECENSIONE LIBRO/FILM

Per leggere la recensione sul primo libro e sul film ecco il link:
TRAMA:
Non puoi rifiutarti di partecipare agli Hunger Games. Una volta scelto, il tuo destino è scritto. Dovrai lottare fino all'ultimo, persino uccidere per farcela. Katniss ha vinto. Ma è davvero salva? Dopo la settantaquattresima edizione degli Hunger Games, l'implacabile reality show che si svolge a Panem ogni anno, lei e Peeta sono, miracolosamente, ancora vivi. Katniss dovrebbe sentirsi sollevata, perfino felice. Dopotutto, è riuscita a tornare dalla sua famiglia e dall'amico di sempre, Gale. Invece nulla va come Katniss vorrebbe. Gale è freddo e la tiene a distanza. Peeta le volta le spalle. E in giro si mormora di una rivolta contro Capitol City, che Katniss e Peeta potrebbero avere contribuito a fomentare. La ragazza di fuoco è sconvolta: ha acceso una sommossa. Ora ha paura di non riuscire a spegnerla. E forse non vuole neppure farlo. Mentre si avvicina il momento in cui lei e Peeta dovranno passare da un distretto all'altro per il crudele Tour della Vittoria, la posta in gioco si fa sempre più alta. Se non riusciranno a dimostrare di essere perdutamente innamorati l'uno dell'altra, Katniss e Peeta rischiano di pagare con la vita...
Appena ho finito questo secondo capitolo, mi sono voluta fiondare a scrivere cosa ne pensavo. Ho letto parecchie persone che parlavano di un calo notevole di questa trilogia, ma per fortuna ho apprezzato moltissimo anche il continuo. 
Katniss è tornata vincitrice dai giochi, ma le cose non sono così semplici.
Lei ha scatenato una rivolta e il Presidente Snow non può fargliela passare liscia. In onore dei settantacinquesimi giochi ecco che spunta una novità, i tributi vincitori devono tornare. Un caso sfortunato o una vera e propria congiura? Voi che dite? 
In ogni caso la ritroviamo a combattere, con il suo Peeta innamorato cotto e alcuni alleati. 
Ma non si è mai sicuri di queste alleanze fortuite, anche se leggendo si capisce benissimo chi è dalla sua parte e chi no. 
Molte cose mi hanno stupito comunque, soprattutto Haymitch, non parliamo del finale aperto e delle macchinazioni eseguite, che escono allo scoperto.
La scrittura è veloce e si legge che è un piacere, neanche troppo violento, anche se i protagonisti ne prendono parecchie. 
Mi piace molto che la storia d'amore continua a non essere lineare e ben definita. Finirà con  Peeta? Oppure a fine giochi, lo lascerà definitivamente per stare con Gale? O mollerà entrambi? Non si è sicuri della piega che potrà prendere. 
Katniss è una protagonista che continua a piacermi, usa il cervello senza buttarsi a capofitto nel pericolo, forse in confronto al primo troviamo più segreti e qualcosina in meno del primo. Forse per il fatto che è il capitolo di mezzo che non spiega ancora nulla e non ha il finale che cerchiamo, almeno non ancora.. .. 
Se dovessi scegliere il primo è ancora il mio preferito. 
Ma ho già trovato una scena di questo secondo capitolo che mi ha fatto offuscare la vista e fatto versare alcune lacrimucce (si ok, forse parecchie lacrimucce..). Quando sono nel Distretto 11, e dopo il discorso di Kat improvvisato, il vecchio che fischia il motivetto e tutta la popolazione fa il gesto delle tre dite in alto, e li anche adesso, a pensarci, non ho potuto fare a meno di mettermi a piangere. 
Ora che ho promosso il libro, come l'altra volta tocca alla recensione sul film.

HUNGER GAMES: LA RAGAZZA DI FUOCO

Non poteva mancare la recensione anche del film come per il primo. Avendo visto il film subito dopo averlo finito di leggere ho ben stampati in mente tutte le differenze. Come il precedente è stato entusiasmante e veramente non vedo l'ora si sapere come va a finire. Le differenze tra film e libro sono sottili devo dire, ma per me importanti. Per un lettore è sempre importante la differenza.
Cominciando da dettagli rivelatori come l'orologio speciale che Plutarch mostra a Kat che dice moltissimo, nel film non ci sono menzioni su questo fatto. Fanno vedere anzi, che lui è l'artefice del cambio di regole nel distretto 13 e delle varie sventure nell'arena. Il clima durante i giochi è veramente teso e pesante, e molte parti non vengono descritte, come le specialità della dolce Mags. Quella vacchietta è stata tenerissima in ogni scena, un peccato veramente la fine che fa. Devo dire che l'hanno messa particolarmente in risalto in questo film. Parlando di personaggi non posso che menzionare Johanna! E' un portento, è stata valorizzata ancora di più, messa veramente in risalto. La scena nell'ascensore è stata esilarante, e la faccia di Katniss spettacolare. Spero di poterla ritrovare nei prossimi film, e rivederla mentre manca a quel paese senza troppe cerimonie tutto il sistema.
Altre differenze, sottili per certi, ma di una certa importanza secondo la mia opinione, sono gli indizi che non hanno inserito, per sapere posto e ora del "salvataggio" e le due ragazze del Distretto 8, se non erro. Katniss scopre solo alla fine dell'esistenza del Distretto 13 e come ovvio, non la prende bene. 
Sono piccole cose, ma che nel libro danno il loro contributo. Da questo episodio poi c'è anche il primo tentativo di farla fuori definitivamente, riattivando la corrente della recinzione, oltre farle trovare un conoscente, quasi un amico direi, come servo Senza voce nel palazzo dove si preparano i concorrenti. Tutti tentativi di spaventarla.
Un ultima cosa il passato di Heymitch, sarebbe stato bello scoprire un pò dell'unico vincitore del distretto 13. Per chi non legge forse però non interesserà saperlo.. 
Comunque a parte la mia pignoleria, il film è ben fatto e non mi posso lamentare. Molte cose, come la scena del distretto 11 e il saluto a Kat e Peeta alla Mietitura, sono state bellissime e commoventi, e queste due sono le mie preferite.
Non so molti hanno detto che finiva male come trilogia, nel senso che alla fine non era stata sviluppata bene. Parlavano di una Katniss moscia, e sia nel libro che nel film, io penso che non è stato così.
Più riflessiva senza dubbio nel libro, e molto spaventata nel film, ma mi piace ancora molto come protagonista e faccio il tifo per lei. 

Ora devo solo procurarmi il terzo e ultimo capitolo dalla biblioteca, e scoprire cosa succede a Katniss, Peeta, Haymitch, Gale e tutti gli altri. 
Alla prossima.. .. .. 
 E POSSA LA FORTUNA ESSERE SEMPRE A VOSTRO FAVORE!