domenica 20 novembre 2016

Uccidimi, Blood Bonds #3 di Chiara Cilli, RECENSIONE

UCCIDIMI
di Chiara Cilli.
Non riesco a crederci finalmente la fine della relazione malsana e per nulla convenzionale tra Henri e Aleksandra, la povera ragazza che ha avuto la sfortuna più nera di incontrarlo, rovinandola senza possibilità di salvezza.
Tengo questo libro da mesi nella wishlist, in attesa del momento giusto, e adesso che è arrivato quasi non ci credo. Fare questa recensione non è facile, perché io faccio parte della piccola percentuale che ODIA Henri e non è PER NULLA affascinata da lui.
Ho pensato vari scenari possibili, molti nelle quali Aleksandra vince e ricomincia a vivere in qualche modo, ma in questi libri la speranza è la prima a morire.
Link per le recensioni precedenti: Soffocami Distruggimi.
La resa dei Conti fra Aleksandra e Henri.
Avevamo lasciato Henri ferito gravemente e Aleksandra portata via.
Li ritroviamo subito in condizioni pessime e separati.
Aleksandra dopo essersi più o meno ripresa dalle ferite inferte da Henri, si ritrova faccia a faccia con il Re, Aleksej Bower, l’uomo che l’aveva aiutata a scappare la prima volta. L’intento di Aleksej è chiaro, vuole usarla come arma contro i Lamaze, più precisamente le chiede di uccidere con le sue stesse mani Henri. Aleksandra rifiuta di diventare un assassino, anche perché l’attrazione malsana che prova nei confronti di Henri è un peso che non si può ignorare. Ma Aleksej ha i suoi metodi per convincerla e lascia a Cade il compito di persuaderla con ogni mezzo.
Henri  ancora ferito, è deciso a riprenderla con se, con o senza l’aiuto di Armand. L’aiuto di cui ha bisogno non tarda ad arrivare e insieme all’altro fratello Andrè, decidono che è arrivato il momento di mettere la parola Fine alla questione.
Le domande mentre leggevo erano centinaia. Gli scenari che immaginavo si susseguivano nella mia mente uno dopo l’altro con un unico risultato: la morte di Henri e la liberazione, almeno in parte, di Aleksandra.
Lei è una forza della natura, combattiva, riesce a far inginocchiare chiunque la incontri, non puoi che rispettarla.
Mi sono molto stupita di come la situazione mi sia apparsa molto più chiara in questo ultimo libro. Ero troppo presa a voler strangolare Henri dal vedere chiaramente ciò che c’era fra loro due. Lei non è contenta di quello che c’è fra loro, ma ormai c’è, non si può far niente, così anch’io mi sono adattata.
E’ proprio vero che questo non è un genere adatto a tutti, e anche se a me piacciono queste storie non convenzionali, trovo un certo disagio nel vedere tutta questa oscurità in ognuno dei personaggi che vengono nominati, soprattutto per una determinata scena che non rivelerò.
E’ una serie che ti prende, che ti piaccia o no. Quest’ultimo volume l’ho letto tutto d’un fiato. Cosa penso del finale?
PERFETTO nella sua crudeltà; calza veramente a pennello con l’intera vicenda. Ma una domanda mi sorge spontanea:
Sarà veramente finita?
Alla prossima lettori,